Archivi tag: salina

Salina un’isola uno spettacolo…

azul-11.jpg

Salina è un’isola delle Isole Eolie in provincia di Messina. Misura 26,8 km² ed è la seconda per estensione e per popolazione dopo Lipari. È divisa in tre comuni: Santa Marina, Malfa e Leni e conta complessivamente circa 2.300 abitanti. Formata da sei antichi vulcani, possiede in ordine il 1° e 3° rilievo più alto dell’arcipelago: il monte “Fossa delle Felci”, 961 m e il “Monte dei Porri”, 860 m che conservano la tipica forma conica. Da questi due vulcani spenti deriva il suo antico nome greco antico Διδύμη Didyme visibile da Nord Est , (da δίδυμος, “gemello”). L’attuale nome deriva invece da un laghetto presente nella frazione di Lingua del Comune di S. Marina di Salina, dal quale si estraeva il sale.

Dagli scavi sono emersi di insediamenti risalenti all’età del bronzo e alternanza di periodi di completo abbandono e altri di forte sviluppo. Ritrovamenti presso Santa Marina mostrano un notevole insediamento attorno al IV secolo a.C.. Attorno al VII secolo d.C., Salina fu una delle Eolie più popolate perché i vulcani di Lipari erano in attività. Le invasioni arabe la resero deserta finché, attorno al XVII secolo tornò a popolarsi. Salina è l’isola più fertile delle Eolie e ricca d’acqua; si coltivano uve pregiate da cui si ricava la “Malvasia delle Lipari”, un vino di sapore dolce e capperi, esportati in tutto il mondo.

Nel 1980 è stato istituito il parco regionale di Salina e nel 1981 la riserva naturale dei due monti.

 

Visita l’isola di Salina su un comodo catamarano trovi le proposte su www.viaggiavela.it oppure scrivi a abordo@viaggiavela.it  contatto telefonico 335319862

 

Salina Festival dal 20 al 29 luglio 2010

salifest.jpg

Ascoltare il mare, ripercorrere con Pier Paolo Pasolini l’Italia di cinquanta anni fa, scoprire le Eolie in video: è sempre più ricco il programma di Salina Festival, la manifestazione ideata da Massimo Cavallaro e giunta alla quarta edizione

In scena, dal 20 al 29 luglio a Salina, la prima produzione del Festival, uno spettacolo di teatro-musica, e poi concerti, proieizioni, mostre, installazioni e le attività del progetto denominato Parco Acustico del Mediterraneo.

Il clou della manifestazione è “La lunga strada di sabbia” di Pier Paolo Pasolini prodotto e allestito dal Festival, teatro-musica, con Fausto Russo Alesi e la Piccola Orchestra dei Mari, regia di Giampiero Solari.
Questo progetto di teatro-musica, ideato da Massimo Cavallaro, nasce dalle suggestioni di un viaggio che Pier Paolo Pasolini compie nel 1959 partendo da Ventimiglia, attraversando la Toscana, Capri e la Sicilia e risalendo dalla Puglia per le Marche sino a Trieste.
La voce del poeta ci restituisce in tutta la sua vivacità uno spaccato dell’Italia alla fine degli anni ‘50.

Altro appuntamento da non perdere è il concerto Italian Accordion Orchestra, un’orchestra di 14 elementi diretti dal maestro Roberto Fuccelli, progetto nato all’interno del Circuito del Mito promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione Sicilia, che arriva anche a Salina.

Lo sguardo del Salina Festival, come sempre, si estende anche alle arti visive e propone due interessanti appuntamenti:

Il Centro Culturale del Comune di Santa Marina Salina ospita la mostra d’arte contemporanea Rigenerazione, opere su legno di Paola Fonticoli. Un omaggio all’anima della materia, dei materiali, dei manufatti per scoprirne la vita segreta.

Direttamente da Un Mare di Cinema 2010, festival cinematografico promosso e organizzato dal Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani di Lipari, saranno proiettati i vincitori del concorso Eolie in video.

L’ambiente, così prezioso per Salina, le Eolie e gli esseri umani, è il punto di partenza del Salina Festival che all’ascolto dell’ambiente dedica tante iniziative.
Una di queste è Il Parco Acustico del Mediterraneo, originale applicazione di ecologia acustica, disciplina che studia la relazione tra uomo e ambiente e i suoni prodotti dalla natura stessa.
Il progetto già inaugurato nell’edizione del Salina Festival 2007, a sua volta nato dal progetto dei Paesaggi Sonori del 2006, è realizzato con la collaborazione scientifica dell’Università Milano-Bicocca, dell’Accademia Teatro alla Scala di Milano, con il CNR-ITAE di Messina, e il FKL – Forum per il paesaggio sonoro, associazione senza scopo di lucro, riunisce persone che, pur provenendo da discipline diverse, sono interessate all’ascolto e alla gestione responsabile dell’ambiente acustico.

Quest’anno, il Parco Acustico si mette all’ascolto del mare, con due nuovissime installazioni e un interessante incontro sul tema dello sviluppo sostenibile:

Ascoltare il mare: su una barca verrà allestito un sistema che, attraverso gli idrofoni, particolari microfoni immersi a una profondità fino a 15 metri circa, permette di ascoltare i suoni del mare. Grazie all’organizzazione di una serie di uscite in barca sarà possibile ascoltare ciò che avviene sotto la superficie del mare. In collaborazione con il Delphis Center di Salina.
La stanza del mare è un’installazione sonora per suoni ambientali e musica elettronica. I suoni ambientali sono stati registrati nel corso di precedenti uscite in barca dedicate all’ascolto dei suoni sottomarini. Questo consentirà di realizzare un oggetto sonoro ambientale con la collaborazione dell’Accademia Teatro alla Scala e del Delphis Center di Salina.
L’Eolico a Salina? : dopo il mare, il vento, grande risorsa per tutto il Mediterraneo. Al vento è dedicato l’incontro con il pubblico a cura del CNR di Messina per parlare di sviluppo sostenibile, del ruolo delle energie rinnovabili, e delle sottovalutate e sottoutilizzate peculiarità di Salina.

Un’altra interessante iniziativa di SalinaFestival 2010, in linea con il tema dello sviluppo sostenibile su cui la manifestazione vuole sensibilizzare il pubblico, è stata la scelta di certificare l’evento con 100% energia pulita Multiutility, energia generata esclusivamente da fonti rinnovabili quali acqua, sole e vento tracciata e garantita dall’origine.

 

per una vacanza alle eolie  www.viaggiavela.it

info e preventivi abordo@viaggiavela.it

contatto telefonico 335319862