settimane o week end in barca a vela: prezzi, offerte e proposte .. Isola d’Elba, Arcipelago Toscano, Corsica

azul-03.jpg

Contatta viaggi a vela e organizza la tua indimenticabile vacanza in catamarano all’isola d’Elba, in navigazione nell’arcipelago Toscano o per una traversata indimenticabile sino in Corsica..

www.viaggiavela.it

abordo@viaggiavela.it

Marco tel 3391111676

n145004280076_9476.jpg
2 GIUGNO
Durata: 4 giorni
Imbarco: Venerdì 29 maggio
Sbarco: Martedì 2 giugno

SAN VIGILIO
Durata: 3 giorni
Imbarco: Giovedì 25 giugno
Sbarco: Domenica 28 giugno
AZUL € 350 Elba – Corsica

SAN GIOVANNI
Durata: 5 giorni
Imbarco: venerdì 19 giugno
Sbarco: Mercoledì 24 giugno
AZUL € 500 Elba – Corsica

SS. PIETRO E PAOLO
Durata: 3 giorni
Imbarco: Venerdì 26 giugno
Sbarco: Lunedì 29 giugno
AZUL € 350 Elba – Corsica

WEEK-END ISOLA D’ELBA
Durata: 2 giorni
Imbarco: Venerdì pomeriggio
Sbarco: Domenica sera
maggio € 200 giugno € 250 settembre  € 200

ISOLA D’ELBA
Durata: 3 giorni
Imbarco: Giovedi pomeriggio
Sbarco: Domenica sera
maggio  € 300 giugno  € 350 settembre  € 300

ISOLA D’ELBA
Durata: 4 giorni
Imbarco: Mercoledi pomeriggio
Sbarco: Domenica sera 
maggio  € 400 giugno € 450 settembre € 400 

SETTIMANE ISOLA D’ELBA
Durata: 7 giorni
Imbarco: Sabato pomeriggio
Sbarco: Sabato mattina
luglio € 750 agosto € 950 settembre  € 700

ARCIPELAGO TOSCANO
Durata: 7 giorni
Imbarco: Sabato pomeriggio
Sbarco: Sabato mattina
 
luglio € 750 agosto  € 950 settembre  € 700

CORSICA
Durata: 7 giorni
Imbarco: Sabato pomeriggio
Sbarco: Sabato mattina
luglio € 750  agosto € 950 settembre  € 700

Incluso: Sistemazione in cabina doppia, skipper, pulizie finali, lenzuola
Escluso: Trasferimento da/per il punto d’imbarco, cambusa, ormeggi, carburanti, acqua.

arcipelago toscano viaggi a vela.jpg

 

Viaggi a vela ora è a Baratti ..come raggiungere il catamarano Azul per l’imbarco

Sole mare e divertimento… Azul ora è pronto a salpare dall’ormeggio di Baratti per raggiungere l’siola d’Elba e le altre isole dell’Arcipelago Toscano

COME RAGGIUNGERCI

Provenendo da NORD: percorrere l’autostrada A12 Genova – Rosignano, uscire a Rosignano ed immettersi sulla superstrada Livorno – Grosseto direzione Grosseto. Uscire a San Vincenzo, direzione Piombino, dopo ca. 13 Km sulla destra imboccare l’incrocio BARATTI/Populonia, proseguire per ca. 1 Km, al bivio per Populonia mantenere la destra (Linea Rossa)

Provenendo da SUD: percorrere l’autostrada A12 Roma – Civitavecchia, al termine dell’autostrada immettersi sulla superstrada Grosseto – Livorno. Uscire a Venturina ed immettersi sulla SS 398 direzione Piombino, al termine della SS 398 sempre in direzione Piombino, mantenere la destra e proseguire in direzione San Vincenzo. Dopo ca. 6 Km sulla sinistra imboccare l’incrocio BARATTI/Populonia, proseguire per ca. 1 Km, al bivio per Populonia mantenere la destra (Linea Blu)

 

 AZUL è un catamarano è dotato di 4 comode cabine matrimoniali con 4 bagni privati un’ampia dinette con salottino, tavolo e cucina, radio cd con casse esterne, personal computer con collegamento Internet, tv lcd e lettore dvd. Ampia riserva d’acqua e grande autonomia di carburante.
Enormi e confortevoli spazi interni e grande area esterna dove potersi rilassare e prendere il sole sulla comoda rete per un splendida vacanza in barca a vela.

alcune foto dell’ultimo week-end

da fiumicino a baratti 2.jpg
da fiumicino a baratti 4.jpg

per prenotare una vacanza o un week-end

 www.viaggiavela.it

abordo@viaggiavela.it

marco  tel 3391111676

 

Tutti gli appuntamenti dell’Isola d’Elba per l’estate 2009

 

cavo nell'elba viaggi a vela.jpgisola d'elba azul.jpgporto azzurro viaggi a vela.jpg

E’ ai blocchi di partenza la stagione estiva dell’Isola d’Elba chi volesse visitarla dal mare www.viaggiavela.it  tel 339 1111676 ma quando si sbarca le occasioni di divertimento sono infinite e sono infiniti i motivi per visitare l’Isola  :mare,  paesaggi ricchi  di sapori e di odori ed  un corposo calendario di eventi in grado di accontentare tutti.  

 

 

Ø      si inizia dal mese di maggio che è  dominio dell’imperatore Napoleone; nel maggio napoleonico, con la messa in suffragio del leggendario condottiero corso che tentò di conquistare il mondo, inizia infatti una serie di eventi celebrativi volti a celebrare, tra mostre, concerti, visite guidate, conferenze ed eventi enogastronomici, la sovranità di Bonaparte sull’isola dal 4 maggio 1814 al 26 febbraio 1815.

Ø      A Capoliveri a maggio si festeggia la “festa del cavatore”, spettacolo dedicato ai minatori elbani introdotto da un corteo composto dai gonfaloni dei comuni minerari e trascinato nel vivo con un concerto bandistico, banchetti e assaggi dei piatti del cavatore.

Ø      sabato 30 e domenica 31 maggio si svolge a Marciana marina la rassegna enogastronomica. valorizzata dalla presenza delle più conosciute case vitivinicole italiane, dai presidi slow food e dagli chef dell’associazione italiana cuochi della sezione elbana, la manifestazione è un omaggio ai profumi, ai colori e ai sapori toscani e isolani.

Ø      nel mese di giugno ritorna il percorso enogastronomico della magna longa, il “camminar mangiando” che conta sempre più affezionati partecipanti. si parte dal comune di Capoliveri per un itinerario nel gusto che si snoda fino alla fattoria delle ripalte, lungo una magnifica strada panoramica. ogni 800 metri di sono collocati stand enogastronomici per degustare le ricette tipiche dell’isola.

Ø       sabato 20 giugno, a godere dei favori dell’isola è invece lo spirito letterario: in una serata davvero speciale da trascorrere a Portoferraio, scrittori, critici letterari e giornalisti si riuniscono per la cerimonia finale del “premio letterario isola d’elba – raffaello brignetti”.

Ø       Va di scena la musica dal 24 giugno al 5 luglio, a Marciana marina e nelle piazze dell’elba, il “mediterraneo jazz festival”  

Ø      A  luglio la musica torna sul palco con “ soul island festival 2009”, rassegna legata al Pistoia blues festival  che contagia tutti i comuni.

Ø       il 14 luglio la tradizione romantica trionfa a Capoliveri, teatro della rievocazione della “leggenda dell’innamorata”, una delle più suggestive dell’elba, che vede un corteo di oltre cento figuranti dare vita ad una fiaccolata mozzafiato per terra e per mare.

Ø      il 18 luglio si torna a mangiare con la serata gastronomica di  Portoferraio, sull’ideale palcoscenico di polpando,  uan sfiziosa rassegna di antipasti, primi e secondi a base di polpo.

Ø       l’8 e il 9 agosto, “musica del mondo”, evento capace di rendere Marciana marina un luogo d’incontro delle culture mondiali. il centro storico ed il porto vengono messi in scena tramite una spettacolare illuminazione, la spiaggia ed il corso si trasformano per consentire i balli dei visitatori, gli artisti si esibiscono “dal vivo“ in un palcoscenico galleggiante sul mare e tutte le attività vengono proiettate su tele a forma di vela.

Ø      in settembre si rinnova l’appuntamento con il festival “Elba isola musicale d’Europa, a  Portoferraio. concerti di musica classica, jazz, sinfonica e spettacoli di danza si susseguono dal 2 al 13 settembre.

Ø      nel mese di ottobre, ecco gli  eventi per chiudere  la stagione: si parte con la “festa dell’uva”, in programma dal 2 al 4 ottobre a Capoliveri, . si continua l’11 ottobre, con il quinto quarto a Marciana marina, manifestazione gastronomica sotto l’inconfondibile egida di slow food ed infine il 25 ottobre  la 27 esima edizione della castagnata, che si tiene a Poggio di Marciana, con stand gastronomici e prodotti tipici a base di castagna.

Per visitare in barca a vela  l’isola d’Elba e l’arcipelago toscano

catamaranoAzul.gif

 

 

 

 

Azul è dotato di 4 comode cabine matrimoniali con 4 bagni privati un’ampia dinette con salottino, tavolo e cucina, radio cd con casse esterne, personal computer con collegamento Internet, tv lcd e lettore dvd. Ampia riserva d’acqua e grande autonomia di carburante.
Enormi e confortevoli spazi interni e grande area esterna dove potersi rilassare e prendere il sole sulla comoda rete per un splendida vacanza in barca a vela. Grazie al doppio scafo, il catamarano permette navigazioni tranquille in qualsiasi condizioni meteo-marine.
per maggiori informazioni
Marco  tel 339 1111676

In barca a vela intorno al mondo

Un appuntamento per tutti gli appassionati della vela, come me, 6 libri da mettere tra gli scaffali, da sfogliare sulla rete del catamarano in rada o in una gionata di pioggia in dinette . Sei volumi illustrati che raccontano viaggi dal fascino antico capaci di condurre tutti noi velisti e non nei posti più belli del mondo. Barche yacht da regata, velieri. ogni venerdì in edicola.. ora faccio un nodo (quale faccio???’) per non dimenticarmi di andare in edicola i prossimi 6 venerdì ( a partire dal 8 maggio 2009). Forse sarà pubblicità gratuita al sole 24 ore, ma, a me, sembra anche una buona occassione per avere in barca e mettere a disposizione di tutti coloro che vorranno navigare con me  foto bellissime e un po’ di sogni e avventure.
Ciao Marco

1.jpg

3.jpg

La traversata atlantica del 2006 .. il racconto di Bruno Roversi

azul in atlantico.jpg

IL CATAMARANO AZUL IN ATLANTICO 

Partiamo da Las Palmas in tre persone.

Dopo 21 giorni di navigazione prendiamo

terra in quattro. Sembra inverosimile ? E’ accaduto. 

Una telefonata il giorno 6 Dicembre 2006 : ” Sono Marco, ho visto per caso il tuo sito internet: potresti entro duo o tre giorni arrivare alle Canarie, Las Palmas, per darmi una mano a trasferire un catamarano ai Caraibi?:”

Ci penso, mi consulto con mia moglie, decido di cogliere al volo questa opportunità; chiuderò la mi carriera di lunghe navigazioni con una barca per me nuova, un catamarano da crociera. Arrivo a Las Palmas di Gran Canaria la sera del 9 Dicembre con un volo “last minute”. Un taxi al puerto deportivo:  è buio e fatico a localizzare un Catamarano di nome AZUL, lo trovo ma è a luci spente.  Affiancato  un Catamarano gemello  di nome COCHIS , illuminato. Col cellulare chiamo Marco, e subito lui si affaccia al pozzetto  .. Vedo per la prima volta Marco col suo faccione allegro e la voce cordiale arrochita dalla sigarette, l’accento milanese

marco maggioni traversata atlantica.jpg
Marco

 :” Sali Bruno,ceniamo qui, ti aiuto a portare il saccone a bordo. Poi ci spostiamo sul mio catamarano”. Conosco lo skipper di Cochis ed il il suo marinaio e mi informano che i due catamarani navigheranno in coppia per la traversata atlantica fino ai Caraibi. Due giovani fratelli arriveranno fra un giorno o due da Viterbo: saremo in tre per ogni imbarcazione.

azul viaggi a vela 3.jpg

La cabina che Marco mi assegna su Azul è quanto di più lussuoso che io abbia mai trovato su una barca a vela. Come tutti i catamarani da crociera vi sono quattro cabine doppie, ciascuna con bagno privato, doccia con acqua calda a volontà: a bordoc’è un piccolo motore diesel che serve al funzionamento del dissalatore. Io però per esperienza sono sempre dell’idea che su una barca più cose ci sono più cose si rompono. Questo vale per i naviganti. Ma per occasionali turisti di mare è veramente una pacchia usare l’acqua dolce a volontà dopo ogni bagno in mare.

Una grande comodità il telefono satellitare che trovo a bordo: si può  comunicare a casa a viva voce in qualsiasi punto del globo. Arrivano i due fatelli, Lamberto e Massimiliano. Il mare però è brutto, vi sono trentacinque nodi e onde notevoli ed abbiamo tutto il tempo necessario per fare cambusa. Il mare ci permette di partire il 12 Dicembre: Massimiliano sale su Azul e Lamberto su Cochis. Dopo una settimana di navigazione lo skipper di Cochis cambia improvvisamente idea: non vuole più proseguire per le Antille, decide di fare rotta sulle isole di Capoverde, pensa di di trovare li maggiori possibilità di lavoro. E’ noto che oguno di noi si crea i propri problemi. Ovviamente Lamberto non è d’accordo e vuole salire su Azul col fratello. Nella mia lunga vita di traversate non avevo mai visto il trasbordo di una persona da una barca all’altra in pieno oceano: i due catamarani in un giorno di calma di vento, ( l’onda lunga però fa ballare ) si fermano ad una cinquantina di metri di distanza, giusto la lunghezza di una cima in dotazione ad ogni barca d’altura e  viene legata ad  un gommoncino senza motore calato in mare e Lamberto aiutato dal marinaio vi carica a bordo il saccone, la sua parte di cambusa, una tenda (speravano i due fratelli che fosse possibile fare campeggio libero ai Caraibi ) e due belle canne da pesca. Lamberto  rema filando lentamente la cima mentre ‘Azul si avvicina piano a motore. ll moto ondoso oceanico rende vivace e decisamente impegnativo il trasbordo di Lamberto e merci varie. Facile farsi male. Il gommone viene recuperato dal marinaio di Cocis. Ci sembra strano vedere una barca che cambia direzione per puntare su Capoverde, distante solo 160 miglia: ci salutiamo con rimpianto.

traversata arlantica 2006 max.jpg

Ora siamo in quattro e il passatempo migliore. oltre ai turni di guardia ed in cucina sono le bendette canne da pesca a traino d’alto mare e scopro che Massimiliano è un professionsta di quel tipo di pesca: due canne poste a 7 metri di distanza, cioè la larghezza dell’imbarcazione, fanno pecare in media 2 tonnetti o”dorado”al giorno, sempre alla velocità medi di sette – otto  nodi. I primi giorni mangiavamo pesce crudo, o cucinato in altri modi, poi stanchi della monotonia si ributta mare la preda che continua a vivere. Grande l’emozione quando Massimiliano ed il fratello lottano per issare a bordo un Marlin, un pesce spada lungo 2 metri dalla pinna di coda alla punta della spada. Vedi foto sul sito. In questo occasione ho imparato come uccidere il pesce issato a bordo senza spargimento di sangue e farlo soffrire: un goccio di Rum od altro alcolico versato nella bocca o nelle branchie: muore all’istante.

Si guasta il pilota automatico cinque giorni prima dell’arrivo ed i turni al timone ora sono ben più impegnativi.Si guasta anche il generatore di corrente per dissalare l’acqua di mare: si economizza l’acqua come sulle normale barche.Per ora laviamo i piatti e pentole seduti sui gradini di poppa coi piedi in mare che scorre a otto nodi. . La voglia di un bagno in mare coglie  tutti: una cima in mare con nodi per la risalita ed a turno godiamo un idromassaggio efficacissimo, così piacevole che non vogliamo pensare che stavolta potremmo essere noi esca per un grosso pesce: lo squalo. La meta è Tobago Cais, sicuramente il più bell’ancoraggio del mare Caraibico, ma insidioso per le centinaia di scogli affioranti o appena coperti da pochi centimetri d’acqua. Gettiamo l’ancora la mattina del 2 Gennaio 2007 :

Image-47.JPG

 file di catamarani sono ancorati fra questi isolotti di sabbia bianchissima. Le prime volte che gettavo l’ancora a Tobaco Cais c’erano solo barche tradizionali , ora poche e catamarani a dozzine. Generalmnte stazionano tutto l’anno alla Martinica e sono di proprietà di compagnie di noleggio per gente che vuole farsi una vacanza di una o due settimane, sempre nella  stagione invernale. In estate vi sono molte possibilità di uragani. Gli skipper arrivano in aereo dall’ Europa. si fanno qualche settimana portando in giro turisti fra la Martinica e Tobago Cais con tappa alle varie isole intermedie  Gli equipaggi dei turisti preferisconi poi tornare alla Martinica con piccoli aerei locali da Union che in due ore li portano all’aeroporto internazionale  per il rientro in Europa.

Pochi hanno voglia di fare una settimana  in più di ferie navigando contro vento e perciò a  motore : dispendioso e non divertente. Tocca agli skipper riportare le barche alla Martinica. Noi facciamo due settimane di navigazione di ritorno con soste lunghe alle varie isole risalendo da Union, l’isola più vicina a Tobago Cais , alla Martinica. Prima di partire una cena di addio con l’equipaggio di Azul: : sarà per me un lieto ricordo l’allegria di Marco, , la prorompente vitalità di Massimiliano, la saggezza , la generosità e le capacità veliche di Lamberto. Quest’ultimo mi ha mandato una mail . Si è imbarcato su un 51 piedi di italiani diretto a Panama. L’ho incoraggiato a proseguire nel Pacifico.:

Questa è stata  per me l’ultima traversata oceanica , per ragioni anagrafiche:

Durante la navigazione, oltre a festeggiare il Natale con panettone abbiamo festeggiato il mio 75° compleanno con spumante ed il capodanno con polenta e cotechino come da vecchia tradizione lombarda.

   Bruno Roversi

trovate tanti altri racconti sul suo sito www.brunoroversi.com

Ora Azul naviga nelle tranquille acque del mediterraneo

per una week end o una vacanza contatta

Marco  tel 339 1111676